Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Vizzini: un tunisino tenta di darsi fuoco davanti al sindaco, lui lo blocca

Entrambi feriti non gravi. L'uomo era andato con la moglie e i figli a chiedere una casa

Di Redazione

Un tunisino di 30 anni, senza casa, ha tentato di darsi fuoco nella stanza del sindaco di Vizzini (Ct), Vito Saverio Cortese, che è riuscito a bloccarlo parzialmente. L’uomo, che era accompagnato dalla moglie e dai due figli, ha chiesto al primo cittadino del centro della Piana di Catania un’abitazione per la sua famiglia,  ma il sindaco gli ha detto che il comune non poteva dargli aiuto, perché non ha a disposizione alloggi abitativi. Per protesta il tunisino si è cosparso la testa con del liquido infiammabile e ha accesso un cannello da campeggio per darsi fuoco. Il sindaco si è lanciato verso di lui per bloccarlo. L’uomo ha riportato delle ustioni alla testa ed è ricoverato in ospedale a Caltagirone, ma non sarebbe in gravi condizioni; il sindaco delle bruciature a un braccio che sono state medicate da personale del 118 intervenuto in Municipio. Sono intervenuti i carabinieri. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA