Notizie Locali


Nel Trapanese

Si fingono amiche della figlia per derubarla: anziana vittima fa arrestare le due ladre

Le due, madre e figlia, avevano avvicinato in strada la donna di 83 anni e con una scusa, si erano fatte accompagnare nella sua abitazione dove le hanno rubato soldi e gioielli

Di Redazione |

Sono finite agli arresti domiciliari due donne siracusane, madre e figlia di 47 e 26 anni, accusate di avere messo a segno un furto in casa di un’anziana vedova di Alcamo, in provincia di Trapani. Entrambe, secondo una ricostruzione dei carabinieri che hanno condotto le indagini, avrebbero avvicinato la donna mentre si stava recando a piedi alla messa domenicale, spacciandosi per amiche della figlia. Convinta la vittima di essere state contattate per darle una mano con le pulizie domestiche, si sarebbero poi fatte accompagnare alla sua abitazione. Qui, avrebbero riferito di essere state incaricate dal Comune di verificare le condizioni di salute dell’anziana e, sostenendo di avere constatato il gonfiore delle sue mani, avrebbero applicato uno spray asseritamente curativo. Spray in realtà utilizzato come scusa per sfilare gli anelli indossati dalla vittima.

Così, riferendo di avere lasciato i monili in un cassetto affinché l’anziana potesse poi recuperarli dopo che lo spray avesse fatto effetto, le arrestate hanno lasciato l’abitazione con la refurtiva. Solo a quel punto, l'83enne si sarebbe accorta che le erano stati sottratti, oltre agli anelli, anche la somma contante di 400 euro. Le indagini dei carabinieri hanno portato alla identificazione delle due donne, cCOPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: