Notizie Locali


SEZIONI
Catania 12°

Nel Palermitano

Uccide la moglie e due figli, Antonella è stata bruciata: trovati i resti carbonizzati

Giovanni Barreca, un muratore residente ad Altavilla Milicia, si è consegnato ai carabinieri dopo il triplice omicidio. Una coppia di palermitani, che potrebbe aver avuto un ruolo nei delitti, è ascoltata in caserma

Di Redazione |

Sono stati trovati i resti del corpo di Antonella Salamone, uccisa dal marito Giovanni Barrecainsieme ai due figli, di 3 e 16 anni (una terza figlia di 17 anni è stata risparmiata). Le spoglie carbonizzate erano state sepolte sotto un cumulo di terra vicino alla casa della coppia ad Altavilla Milicia.

I due figli della coppia, Kevini ed Emanuele, sarebbero stati strangolati venerdì, probabilmente con una catena. La terza figlia è stata trovata in casa dai carabinieri stordita, dopo la telefonata dell’assassino che ha confessato il triplice omicidio. Sui cadaveri sarà eseguita l’autopsia. E’ ancora in caserma la coppia coinvolta, secondo gli inquirenti, nel delitto. Si tratterebbe di due palermitani.

«Mi chiamo Giovanni Barreca. Ho ucciso tutta la mia famiglia, venite a prendermi». Queste le parole del 54enne di Altavilla Milicia che ha chiamato in un momento di lucidità il 112 facendosi trovare dai Carabinieri a Casteldaccia, a pochi chilometri dal luogo della strage, dopo aver ucciso moglie e due figli.

«L’efferato omicidio di tre persone, mamma e due figli, della nostra comunità, colpisce e coinvolge dolorosamente la nostra famiglia parrocchiale». Lo scrive su Facebook don Salvo Priola, parroco di Altavilla Milicia. «Intensifichiamo la nostra preghiera perché il Dio di ogni misericordia accolga tra le sue braccia amorose le anime dei due bambini e della loro mamma- aggiunge- Invochiamo lo spirito di Dio sul padre omicida perché nella sua luce comprenda la portata dell’irrimediabile male compiuto e si apra alla grazia del perdono di Dio nella redenzione del suo figlio Gesù».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati