Notizie locali
Pubblicità

Cultura

A Rosa Maria Mauceri il premio internazionale Vincenzo Crocitti

Di Enza Barbagallo

Rosa Maria Mauceri, nata in Belgio da una famiglia di origini siciliane e residente in Germania, per il  libro “Una verità rubata” e il  corto tratto dalla sua vicenda personale, ha ricevuto Il premio internazionale “Vincenzo Crocitti “ come scrittrice emergente e lo “Special Vince award - Moraldo Rossi" come regista emergente.

Pubblicità

Un premio prestigioso fondato a Roma da Francesco Fiumarella che da dieci anni premia i talenti nazionali e internazionali  consegnando riconoscimenti ad "artisti emergenti ", "alla carriera" e "in carriera".

 

 

A presentare la serata  Carmen Minutoli che ha chiamato sul palco l’emozionatissima Rosa Maria che ha scritto il libro per gridare a voce alta e riuscire a raggiungere la verità ossia ritrovare la sorella Rosa, strappata dalle braccia della madre ancora in fasce e fatta passare per morta e che ha realizzato il corto per diffondere questa ricerca e sperare che sua sorella possa riconoscersi in quella storia rappresentata con puntualità e grande emozione.

 

 

«Sappiamo quanto sia grande la tua sofferenza – ha sottolineato la Minutoli rivolgendosi alla premiata - nell’avere scritto il libro e poi quando ti sei accorta che non riuscivi a sfondare le porte che ti eri prefissa di sfondare per raggiungere la verità .. e allora ti sei inventata sceneggiatrice e regista. Il Premio Crocitti è a caccia di queste persone che danno il proprio cuore e mettono la loro passione nel dedicarsi agli altri, mettendosi in gioco in prima persona. Si scoprono così i veri talenti. Tu sei uno di questi talenti, perchè è da una vita che ti dedichi alla ricerca di tua sorella e il tuo corto ha vinto premi inimmaginabili per una emergente come te. Per questo siamo onorati di assegnarti questi due premi».

Commossa Rosa Maria Mauceri ha ricevuto la targa  recante la seguente motivazione letta dallo scrittore Paolo Silvestrini “Per la lodevole attività profusa in lunghi anni di instancabile ricerca e studio con un’unica speranza: che il desiderio più bello divenga realtà”Il desiderio è quello di ritrovare la sorella Rosa Antonina. Lo ha confermato l’autrice dopo aver ricevuto la targa  da Raffaella Rossi, figlia del grande Moraldo che fu per tanti anni il braccio destro di Federico Fellini.«Ringrazio tutti di cuore , in particolare Francesco Fiumarella– ha commentato la Mauceri – ho usato l’arte e la cultura , perché la giustizia mi ha chiuso le porte. Ma non demordo, continuerò ad andare avanti fino al raggiungimento della verità . Ringrazio per questi premi che si aggiungono agli altri  che sono piu di 50  conquistati ai concorsi cinematografici nazionali e internazionali che mi hanno dato visibilità, quella necessaria che spero mi porti a mia sorella. Visibilità più possibile se significa raggiungere la verità».

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA