Notizie locali
Pubblicità

Economia

«Fare il Ponte non esclude migliorare le infrastrutture interne»

Il presidente della Regione Musumeci ha parlato a Trapani: «Sicilia e Sud sacrificati in passato»

Di Redazione

«Io non capisco la ragione per la quale non possiamo contestualmente pensare al Ponte e migliorare le infrastrutture interne. Abbiamo chiesto al Governo centrale di mettere 500 milioni ciascuno e sistemare le infrastrutture provinciali. Il resto, come le infrastrutture strategiche, sono di competenza romana e sono inserite nella legge obiettivo dal 2001».

Pubblicità

Lo ha detto il presidente della Regione, Nello Musumeci, partecipando all’evento digitale organizzato dal Sole 24 Ore e Confindustria "Innovation Days - La fabbrica del futuro", in diretta streaming dalla sede delle Cantine Florio di Marsala, nel Trapanese. «C'e stata una scientifica volontà di penalizzare la mobilità ferroviaria e autostradale siciliana - ha aggiunto Musumeci -, serve una vertenza aperta su Roma senza sciocco rivendicazionismo nella consapevolezza che sicilia e sud sono stati sacrificati nel passato. Non chiediamo elemosine ma pari opportunità. Abbiamo il diritto di farlo? E’ una domanda che rivolgo al presidente Draghi e al Governo».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA