Notizie locali
Pubblicità

Economia

Bce interviene e guarda a scelte di Draghi, rischi su spread

Euro resta debole, Bloomberg pessimista per riunione di giovedì

Di Redazione

MILANO, 16 LUG - La Bce interviene giovedì sulla politica monetaria e lo scudo anti spread, ma il presidente del Consiglio, Mario Draghi, sarà impegnato almeno fino al giorno prima al suo discorso in Parlamento. E nell'attuale situazione di stallo poco potrà fare. "Oltre al rialzo dei tassi già scontato, la riunione della Bce acquista particolare importanza in quanto gli operatori attendono da un lato l'annuncio del nuovo strumento anti-frammentazione e dall'altro indicazioni sull'entità dei futuri rialzi", osservano gli analisti di Mps capital services, chiedendosi se Francoforte farà capire se è pronta a un prossimo 'larger increment' da 50 punti base. Ma il clima non è ottimo. I possibili contrasti nel Consiglio direttivo della Bce potrebbero infatti creare tensioni per i titoli di Stato italiani. Da fine febbraio, con i primi effetti dell'invasione russa in Ucraina, il rendimento del Btp a 10 anni italiano è 'esploso' del 130%, da quota 1,5% all'attuale 3,25%.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA