Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Asia contrastata, Giappone non alza tassi, Tokyo -1,74%

Scivola lo yen, futures Europa e Usa in rialzo, occhi su Fed

Di Redazione

MILANO, 17 GIU - Borse contrastate in Asia e Pacifico dopo la decisione della Banca del Giappone di lasciare invcariati i tassi al -0,1%. Una mossa attesa che ha comunque influito negativamente sullo yen, sceso come non succedeva da 24 anni sul dollaro, e sulla piazza finanziaria di Tokyo (-1,77% in chiusura). Deboli anche Taiwan (-1,25%), Seul (-0,71%) e Sidney (-1,76%), in controtendenza invece Hong Kong (+0,81%) e Shanghai (+0,51%), ancora aperte insieme a Mumbai (-0,76%). In rialzo i futures sull'Europa e sugli Usa dopo lo scivolone della vigilia dei vari listini sull'onda lunga del rialzo dei tassi dello 0,75% deciso dalla Fed mercoledì per contrastare il fenomeno dell'inflazione. In arrivo la bilancia commerciale italiana in aprile e l'inflazione dell'Eurozona. Dagli Usa invece, oltre alla produzoione industriale e manifatturiera di maggio, sono attesi l'intervento del presidente della Fed Jerome Powell e il resoconto sulla politica monetaria della Fed destinato al Congresso Usa. In calo il greggio (Wti -0,23% a 117,32 dollari al barile) e il gas (-3,51% a 120 euro al MWh) a differenza dell'oro (+1,48% a 1.846,7 dollari l'oncia). Sale il dollaro nei confronti dell'euro, della sterlina e soprattutto dello yen, che viene scambiato a 134,09 unità sul biglietto verde. Sotto pressione sulla piazza di Tokyo i propduttori diu microprocessori Tokyo Electron (-5,04%) e Advantest (-4,09%). Debole il colosso l bancario Nomura (-0,95%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: