Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Asia in ordine sparso, futures contrastati, Tokyo +2,62%

In arrivo produzione industriale Ue e fiducia consumatori Usa

Di Redazione

MILANO, 12 AGO - Listini di borsa in ordine sparso in Asia e Pacifico. A due giorni dal dato confortante sull'inflazione Usa, più lenta del previsto, gli investitori si interrogano infatti sulle prossime mosse della Fed, mentre gli occhi sono puntati sulle materie prime. Brillante Tokyo (+2,62%), più caute Taiwan (+0,6%) e Seul (+0,16%), negativa Sidney (-0,54%). Ancora aperte Hong Kong (+0,43%), Shanghai (+0,07%), Mumbai (+0,12%) e Singapore (-0,95%). Negativi i futures sull'Europa, positivi invece i contratti sui listini Usa. Meglio delle stime il Pil britannico, mentre sono attese l'inflazione francese e spagnola, la bilancia commerciale italiana e la produzione industriale nell'Ue. In arrivo dagli Usa gli indici sulla fiducia dei consumatori e delle imprese del Michighan. Si mantiene sopra quota 90 dollari il greggio (Wti -0,39% a 93,98 dollari al barile) e amplia il calo il gas sulla piazza di Amsterdam (-0,99% a 206,05 euro al MWh), restando comunque sopra i 200 euro. In rialzo il Nichel (+5,2% a 23.659 dollari la tonnellata) e l'acciaio (+1,52% a 4.142 dollari la tonnellata), scende il ferro (-1,29% a 725 dollari la tonnellata) e appare poco mosso l'oro (+0,06% a 1.791 dollari l'oncia). Stabile il dollaro a 1,03 sull'euro e 1,22 sulla sterlina, mentre si rafforza a 133,26 yen. Una circostanza che ha favorito i titoli dei grandi esportatori sulla piazza di Tokyo, da Honda (+3,82%) a Toyota (+2,25%), da Sony (+2,19&%) a Nikon (+3,31%) e Casio (+1,63%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: