Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa avanza, Milano +1% con le banche. Spread a 190

Voto pesa su Parigi, Btp Italia verso 3 miliardi. Vola il Rublo

Di Redazione

MILANO, 20 GIU - Piazza Affari consolida i rialzi della mattina al pari delle altre Borse europee, con gli investitori che provano a superare il sell-off che la scorsa settimana ha spazzato i listini mondiali, in scia ai timori per la stretta monetaria e al rischio di recessione per l'economia mondiale. A Milano il Ftse Mib avanza dell'1%, nonostante lo stacco delle cedole da parte di alcuni big che pesa lo 0,29% sul listino principale. Bene Londra e Madrid (+1,4%), davanti a Francoforte (+0,5%), mentre Parigi resta indietro (+0,2%), delusa dall'esito delle elezioni francesi. Salgono di mezzo punto percentuale i future negli Usa, che oggi si siedono in panchina, con Wall Street chiusa per festività. Sul fronte dei titoli di Stato lo spread Btp-Bund si mantiene attorno a quota 190 punti base ma salgono i rendimenti in tutta l'Eurozona, con quello del decennale italiano che sfiora il 3,6% (+3 punti). Corre il prezzo del gas ad Amsterdam (+7,2% a 126,25 euro) per effetto dei tagli russi che mettono a rischio il riempimento degli stoccaggi in vista dell'inverno. Rialzi contenuti invece per il petrolio, che si mantiene appena sotto i 110 dollari al barile dopo il tonfo di venerdì. Sul fronte valutario prosegue inarrestabile il rally del rublo, che scende a quota 55,6 sul dollaro, ai massimi da sette anni. Sui listini azionari si mettono in luce i titoli bancari (+2,8% l'indice Stoxx di settore) e dell'energia (+2,4%), che provano a riprendersi dopo gli scossoni della scorsa settimana. A Piazza Affari brillano Banco Bpm (+4,3%), Unicredit (+4,1%) e Intesa (+4%) mentre scivolano le utility con Hera (-5,2%) e A2A (-4,1%) in testa. Inizio positivo per il collocamento del Btp Italia legato all'inflazione, la cui domanda si avvia verso quota 3 miliardi.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: