Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa cauta con futures Usa, Milano +0,1%

Timori su nuove sanzioni a Russia dopo strage di Bucha

Di Redazione

MILANO, 04 APR - Tornano sui loro passi le principali borse europee e procedono in cauto dopo oltre 3 ore di scambi, guidate da Parigi (+0,56%). Più caute Londra e Francoforte (+0,2%) insieme a Milano (+0,1%), mentre prosegue il calo di Madrid (-0,43%). Positivi i futures Usa dopo i dati incoraggianti sul fronte delle esportazioni in Germania (+6,4% in febbraio) controbilanciati dal calo oltre le stime dell'indice Sentix (-18 punti) in aprile, che misura la fiducia degli investitori europei, scesa a -7 in marzo. In arrivo dagli Usa gli ordini di fabbrica. Positiva la Borsa Mosca (+0,8%), con il rublo in rialzo del 3,54% a 91,62 sull'euro, dello 0,8% a 83,28 sul dollaro e dello 0,79% a 109,24 sulla sterlina. In calo a 156,8 punti il differenziale tra Btp italiani e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo dei primi in calo di 0,8 punti al 2,08%. Tra gli investitori prevale la prudenza in vista di un ulteriore inasprimento della sanzioni verso la Russia dopo i dati dell'Onu sulle vittime civili dell'attacco russo all'Ucraina e l'esecuzione di vittime civili a Bucha, nella regione di Kiev da parte dei soldati russi. Accelerano gli automobilistici Ferrari (+2,68%), Renault (+2,5%), Volkswagen (+1,9%) e Stellantis (+1,25%). Riducono il calo i bancari Hsbc (-0,89%), Bnp (-0,64%), NatWest (-0,6%), Sabadell (-0,43%) e CaixaBank (-0,23%). Debole Intesa (-1%), cauta Unicredit (-0,41%), brillante Banco Bpm (+2,43%). Segno meno per i petroliferi Bp (-1%), TotalEnergies (-0,22%) e Shell (-0,32%), resiste invece invece Eni (+0,13%). Giù Tim (-4,47%) in Piazza Affari, dopo indiscrezioni di una possibile revisione dell'offerta di Kkr a seguito di "scenari cambiati" rispetto allo scorso novembre, quando il fondo mise sul piatto 0,505 euro per azione.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: