Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa cede nel finale con Wall Street, Milano -2%

Spread sale a 156,8 punti, dollaro in rialzo del 3% sul rublo

Di Redazione

MILANO, 03 MAR - Peggiorano nel finale le principali borse europee, con gli indici Usa negativi dopo un rialzo iniziale. La peggiore è Madrid (-3,35%), preceduta da Londra (-2,16%), Milano (-1,87%), Francoforte (-1,66%) e Parigi (-1,22%), che gira in negativo. Pesa sui mercato il primo stop di gas dalla Russia alla Germania, anche se si tratta del gasdotto Yamal, che fornisce solo il 10% del fabbisogno del Paese. In rialzo a 156,8 punti il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento annuo dei titoli decennali in rialzo di 7,3 punti all'1,622%. In rialzo il dollaro sulla divisa russa (+3,01% a 105,43 rubli per unità). Poco mosso il greggio, che si mantiene sopra i 110 dollari al barile (Wti -0,1% a 110,39 dollari e Brent -0,23% a 112,55 dollari), mentre inverte la rotta il gas sulla piazza di Amsterdam (-3,35% a 159,99 euro al MWh). Pesano a Milano Tim (-12,8%) dopo i conti e le stime sull'anno in corso, Banco Bpm (-5,63%), Bper (-4,89%), Eni (-3,9%), Unicredit (-3,24%) e Intesa (-2,49%). Nel resto d'Europa scivolano Mercedes (-4,93%) e Renault (-5,1%), insieme a Shell (-3,3%), Bp (-2,67%) ed Equinor (-3%). Contrastate le banche, con rialzi per Bnp (+2,29%), e Credit Agricole(+0,4%), mentre cedono Standard Chartered (-4,61%), Barclays (-4,22%) e Sabadell (-3,82%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: