Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa debole attende inflazione Usa, Milano (-0,1%)

A Piazza Affari giù Tim, sale Leonardo. Euro debole sul dollaro

Di Redazione

MILANO, 12 APR - Le Borse europee proseguono deboli in attesa del dato sull'inflazione negli Stati Uniti. L'attenzione degli investitori si concentra principalmente sulle prossime mosse della banche centrali, in vista anche della riunione della Bce di giovedì. Tiene banco l'andamento dell'economia con gli effetti delle sanzioni alla Russia per la guerra in Ucraina. Sul fronte valutario l'euro sul dollaro prosegue debole a 1,0867 a Londra. L'indice d'area stoxx 600 cede lo 0,4%. In rosso Francoforte (-0,8%), Parigi (-0,6%), Londra (-0,5%), Milano (-0,1%), piatta Madrid (+0,03%). Sul listini pesa la farmaceutica (-1,5%) e il comparto immobiliare (-1,4%). Male anche le utility (-0,9%), con il prezzo del gas che torna a salire. Ad Amsterdam il prezzo si attesta a 102,30 euro al Mwh, a Londra si attesta a 215,86 penny al Mmbtu. In lieve flessione anche le banche (-0,2%) e le assicurazioni (-0,5%). Seduta all'insegna del rialzo per l'energia (+1,5%), con il prezzo del petrolio in aumento. Il Wti si attesta a 98,19 dollari al barile e il Brent a 102 dollari. Bene anche il comparto azionario dei tecnologici (+0,5%). Poco mosso l'oro a 1.995 dollari l'oncia. A Piazza Affari in fondo al listino principale soffre Diasorin (-3,1%). Male anche Tim (-2%) e Iveco (-1,9%). Vendite sulle banche con Unicredit (-2%), Bper (-1,6%), Intesa (-0,9%) e Mps (-0,5%). In controtendenza Banco Bpm (+1,1%), alle prese con le prospettive future dopo l'arrivo di Credit Agricole con una quota del 9,18%. Sugli scudi Leonardo (+4,2%), con l'ipotesi che partecipi con Oto Melara al progetto Mgcs (Main Ground Combat System).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: