Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa debole, bene futures, occhi su inflazione Usa

Spread a 200, Milano e Francoforte -1,1%, caute Londra e Parigi

Di Redazione

MILANO, 13 LUG - Si muovono a passo di gambero le principali borse europee dopo oltre un'ora di scambi, a partire da Milano e Francoforte (-1,1% entrambe). Più caute Londra (-0,8%), Parigi (-0,65%) e Madrid (-0,52%), mentre i futures Usa procedono in territorio positivo in attesa del dato sull'inflazione Oltreoceano, il più importante della settimana. Meglio delle stime il Pil del Regno Unito, nessuna sorpresa invece sull'inflazione tedesca, che si mantiene su livelli elevato rispetto al 2021 (+7,6%), così come quella spagnola (+10,6%) e francese (+6,5%). Si porta a 200 punti il differenziale tra Btp e Bund tedeschi, con il rendimento annuo italiano in crescita di 4,1 punti al 3,14%. Prevale il segno meno su tutti i settori a partire da quello bancario, in vista dell'imminente stagione delle semestrali. Frenano Sabadell (-3%), SocGen (-2,84%), Bnp (-2,57%) e Commerzbank (-2,16%), insieme a Bper (-3,66%), Banco Bpm (-1,76%), Unicredit (-1,59%) e Intesa (-1,29%) in Piazza Affari. Il prezzo del greggio Usa sotto i 100 dollari (Wti -0,78% a 96,62 dollari al barile), soglia su cui si mantiene il Brent (+0,76% a 100,25 dollari al barile), frena Eni (-1,51%), TotaleEnergies (-1,29%), Shell (-1%) e Bp (-0,9%). Deboli gli automobilistici Volvo (-3,7%), Mercedes (-3,52%), Renault (-2,9%) e Stellantis (-2,34%), bene invece il comparto del lusso, da Cucinelli (+3,64%), dopo i preliminari, a Hugo Boss (+2,18%) e Adidas (+0,9%). Poco mossa Moncler (+0,15%), che resiste in Piazza Affari insieme a Campari (+0,92%) e Diasorin (+0,08%), mentre non riesce a fare prezzo Saipem (-31,66%), in attesa della chiusura dell'asta dei diritti inoptati, da esercitare entro domani.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: