Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa debole ma rifiata dopo Bce, Milano -1,6%

Resta forte la tensione sui titoli di Stato, scende l'euro

Di Redazione

MILANO, 09 GIU - Dopo la tempesta in concomitanza con le decisioni della Bce e soprattutto sull'ipotesi di una stretta maggiore in autunno in caso di inflazione elevata, i mercati stanno provando a stabilizzarsi pur fra tensioni sempre molto forti. Le Borse europee sono tutte in calo, con Milano che cede l'1,6% e resta la più debole, seguita da Francoforte in ribasso dell'1,4%, con Parigi negativa dell'1,2%, Madrid e Londra dell'1,1% e Amsterdam in calo di un punto percentuale, lo stesso attorno al quale ondeggia la Borsa di Mosca. In rialzo del 6% rispetto alla chiusura di ieri il gas, stabile il petrolio, mentre è in leggero calo dopo una prima fase di tenuta l'euro, che contro il dollaro viene scambiato sotto quota 1,07. Sempre pesante la situazione dei titoli di Stato, specie italiani: lo spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni è a quota 214, con il rendimento del prodotto del Tesoro al 3,56%, ai massimi rispettivamente dal maggio 2020 e dal novembre 2018.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: