Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa e Milano deboli dopo dati Usa e Wall street

Corre Bper, bene Pirelli. Scivola Mps vicina al minimo storico

Di Redazione

MILANO, 05 AGO - La raffica di dati macroeconomici dagli Stati Uniti e l'avvio di Wall street hanno leggermente peggiorato l'andamento dei mercati azionari del Vecchio continente: la Borsa di Amsterdam è la più debole con un calo dell'1,2%, seguita da Parigi (-0,6%), con Milano e Francoforte in calo al di sotto del mezzo punto percentuale. Londra segna una limatura dello 0,2%, con Madrid piatta. I listini finanziari di Mosca cedono oltre il 2%, e anche il gas perde circa due punti percentuali a 194 euro al megawattora. In calo di oltre l'1% il petrolio a 87 dollari al barile. Lo spread Btp-Bund è piuttosto stabile attorno ai 209 punti base, con il rendimento del prodotto del Tesoro al 2,97%. In questo quadro in Piazza Affari, tra i titoli principali, spicca la corsa del 10% di Bper dopo i conti, con Pirelli in aumento del 3,6% e Unipol in crescita di due punti percentuali. Positive di oltre l'1% Tim e Intesa, giù nel paniere a minore capitalizzazione Illimity che cede oltre il 5% dopo la semestrale. Sempre male Mps (-6% a 0,41 euro, vicina al minimo storico) in scia ai conti, alle nuove indicazioni sull'aumento di capitale e alle nuove richieste di risarcimento danni. Vendite su Saras che cede l'8% a 1,11 euro anche sulla debolezza del prezzo del greggio. A Francoforte ancora tonica Lufthansa che sale del 3% dopo la corsa di ieri sui conti e in attesa di novità per il dossier Ita.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: