Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa peggiora dopo Pil Ue, bene solo Milano (+0,4%)

Futures Usa negativi, timori per nuova stretta Fed, corre il gas

Di Redazione

MILANO, 17 AGO - Peggiorano le principali borse europee sulla scia del Pil dell'Ue al dato sul Pil dell'Ue cresciuto dello 0,6% nel secondo trimestre dell'anno. Ampliano il calo Francoforte (-0,55%), Parigi e Madrid (-0,28% entrambe) insieme a Londra (-0,2%) , mentre Milano (Ftse Mib +0,4%) si conferma la migliore. In lieve rosso i futures Usa, con le ipotesi di una nuoiva stretta della fed sui tassi in settembre e in attesa di una prima indicazione al prossimo simposio di Jackson Hole tra il 25 e il 26 agosto. Fiacco il greggio (Wti -0,08% a 86,45 dollari al barile), che si mantiene sotto la soglia dei 90 dollari, mentre non si ferma la corsa del gas naturale, in rialzo del 3,3% a 233,36 euro al MWh ad Amsterdam e del 5,35% a 465,99 penny per Mbtu a Londra, dove ieri erano state superate le 5 sterline. Deboli l'oro (-0,26% a 1.773,11 dollari l'oncia), il ferro (-1,19% a 706,5 dollari la tonnellata) e l'acciaio (-1,23% a 4.087 dollari la tonnellata). Stabile l'euro a 1,017 dollari, in rialzo la sterlina a 1,21 biglietti verdi. Contrastati i petroliferi Shell (-0,23%), TotalEnergies (-0,35%), Bp (+0,6%) ed Eni (+0,65%). Calano i produttori di semiconduttori Stm (-0,35%), Asml (-0,45%), Nordic (-1,25%) e Asm-Osram (-1,9%). Difficoltà anche per gli estrattivo-minerari Anglo American (-1,65%) e Rio Tinto (-0,95%), mentre di muovono a due velocità gli automobilistici Ferrari (+0,5%) e Stellantis (-0,3%), che gira in calo. Deboli anche Volkswagen (-0,7%), Bmw (-0,75%), e Renault (-0,95%). In rialzo i titoli del lusso e della moda, da Hugo Boss e Moncler (+0,85% entrambi) a Richemont (+0,75%), Lvmh (+0,7%) ed Hermes (+0,5%). Tra le banche svetta Unicredit (+1,5%), seguita da NatWest (+0,95%), Bbva (+0,7%) e SocGen (+0,4%). Cauta Intesa (+0,2%), deboli Mps (-0,3%) e Banco Bpm (-0,4%)

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: