Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa sotto tiro, calano greggio ed euro Milano -2,3%

Moneta unica ai minimi, Citigroup prevede barile a 65 dollari

Di Redazione

MILANO, 05 LUG - L'allarme sulla recessione frena i listini delle borse occidentali, in difficoltà a differenza di quelle di Asia e Pacifico. Il rosso regna incontrastato in Europa da Milano e Londra (-2,3% entrambe) a Francoforte (-2,45%) e Parigi (-2,5%), mentre Madrid (-1,85%) appare un po' più cauta. Segno meno anche per il Dow Jones (-1,67%) e il Nasdaq (-1,51%), chiuse nella vigilia per festività. In rialzo a 198,4 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo italiano in calo di 4,4 punti base al 3,181%. In calo l'euro a 1,027 dollari e a 1,19 sulla sterlina. Ma a scivolare è soprattutto il greggio (Wti -5% a 103 dollari al barile) alla vigilia delle scorte settimanali Usa, mentre prosegue la corsa del gas (+3,54% a 168,7 euro al MWh). Ne pagano le spese i titoli del comparto petroilifero, da Shell (-5,87%) a Bp (-5,36%), daTotalEnergies (-5,02%) ad Eni (-4,87%). L'allarme recessione frena anche il comparto ciclico per eccellenza, quello delle auto, dopo il calo di oltre il 14% delle vendite di giugno in Francia. Sotto pressione Volvo (-5,8%), Renault (-5,34%), Volkswagen (-4,5%), Mercedes (-4,23%) e Stellantis (-3,4%). In campo bancario pesano Barclays (-4,91%), Sabadell (-4,48%), SocGen (-4,34%), Banco Bpm (-3,73%), Commerzbank (-3,62%), Intesa (-2,74%) e Unicredit -2,14%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: