Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Europa tonica guarda a colloqui Russia-Ucraina,attesa Fed

In calo petrolio e gas. In rimonta euro su dollaro, scende rublo

Di Redazione

MILANO, 16 MAR - Borse europee toniche con il timido tentativo di dialogo tra Russia e Ucraina per porre fine alla guerra. Sotto i riflettori anche la riunione della Fed che dovrebbe inasprire la politica monetaria, mentre si registra una lieve volatilità sui tassi d'interesse dei titoli di Stato. Sui mercati incide anche il calo del petrolio e gas. Sul fronte valutario l'euro sul dollaro sale a 1,10 a Londra mentre il rublo è ancora in flessione a 108 sul biglietto verde. L'indice d'area stoxx 600 guadagna il 3%. In luce Parigi (+3,9%), Francoforte (+3,8%), Milano e Madrid (+3,4%) e Londra (+1,7%). I listini sono sostenuti dall'andamento positivo del comparto delle auto (+5%) e quello tecnologico (+5,4%). Avanzano anche le banche (+5%) e le assicurazioni (+2,8%). Seduta in calo per l'energia (-0,6%), con il petrolio in flessione. Il Wti scende a 96,21 dollari al barile (-0,2%) e il Brent a 98,95 dollari (-0,8%). Vendite anche per le utility sulle quali incide il prezzo del gas. Ad Amsterdam il prezzo si attesta a 106 euro al Mwh (-8,1%) a Londra scende a 255 penny al Mmbtu (-7%). In calo anche l'oro e l'argento. A Piazza Affari volano le banche con Intesa (+6,6%) e Unicredit (+6,8%). Bene anche Banco Bpm (+7%) e Bper (+6,3%). Scivola Leonardo (-4,9%). Male anche Italgas e Tenaris (-2%), Eni (-0,8%), Hera (-1,5%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: