Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: l'Asia cade ancora con i timori di recessione

Giù i future sugli Usa e l'Europa, occhi all'inflazione Ue

Di Redazione

MILANO, 01 LUG - Terza seduta consecutiva in rosso per le Borse asiatiche che continuano ad essere battute dalla paura di una recessione scatenata dalla corsa dei prezzi e dal timore che le banche centrali accelereranno la stretta sui tassi nel tentativo di domarla. Tokyo ha perso l'1,6%, Seul cede l'1,4% e Sydney lo 0,4%. Hong Kong contiene le perdite allo 0,6% assieme a Shanghai (-0,4%) e Shenzhen (-0,3%), grazie ai segnali confortanti arrivati dall'indice manifatturiero Caixin di giugno e all'allentarsi dei timori sul Covid. In forte calo i future su Wall Street e sull'Europa, reduci da un primo semestre disastroso, il peggiore da oltre cinquant'anni per la Borsa americana e dal 2008 per quelle del Vecchio Continente. La paura della recessione spinge gli investitori a virare sui bond sovrani, i cui rendimenti sono tutti in calo, con il Treasury in flessione di 5,5 punti, sotto il 3%, e fa scendere anche i prezzi delle commodity, con il petrolio wti che scivola sotto i 105 dollari (-1%) e il brent che si appiattisce verso quota 108 (-0,8%). Si apprezzano invece il dollaro e lo yen, tradizionali valute rifugio. Gli occhi del mercato sono oggi puntati sul dato sull'inflazione europea, che gli economisti si attendono in crescita all'8,5% a giugno, dall'8,1% di maggio, mentre indicazioni sullo stato dell'economia Usa arriveranno nel pomeriggio dall'indice manifatturiero Ism.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: