Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano chiude in netto calo e brucia 21,2 miliardi

In calo energia e banche. Spread Btp-Bund a 202 punti

Di Redazione

MILANO, 16 GIU - Nuova giornata difficile per i mercati dopo l'annuncio delle misure della Bce e il timore di una fase di recessione degli Usa. I listini europei hanno concluso la seduta in netto calo con Milano (-3,3%) che ha bruciato 21,2 miliardi di capitalizzazione. Nervosismo anche sul fronte dei Titoli di Stato con il rendimento del Bund tedesco che sale all'1,7% e lo spread con il Btp che chiude in calo a 202 punti base. In calo il tasso del decennale italiano che si attesta al 3,73%. A Piazza Affari scivola Stm (-6,3%). Male il comparto dell'energia con Tenaris (-6,1%), Eni (-4,9%), mentre è in controtendenza Saipem (+2,5%). Male le utility, con il prezzo del gas che rialza la testa. In calo A2a (-3%), Hera e Enel (-2,8%), Snam (-1,5%). Seduta difficile anche per le auto con Stellantis (-5,3%), Cnh (-4,6%), Iveco (-2%) e Ferrari (-0,7%). Non si allenta la morsa anche sulle banche. Bper cede il 4,2%, Unicredit (-3,2%), Intesa (-3,1%), Banco Bpm (-2,6%) e Mps (-1,4%). Vendite anche su Mfe con le azioni di tipo B che cedono il 4,1% e Tim (-3,3%). In controtendenza rispetto al listino principale Nexi (+1,1%) e Terna (+0,2%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: