Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano corre con i conti, l'Europa aspetta Ny fiacca

Corrono Iveco, Stellantis, Moncler. Euro a 1,01 sul dollaro

Di Redazione

MILANO, 28 LUG - Piazza Affari ingrana la quarta sostenuta dalla pioggia di trimestrali che stanno affluendo sul listino milanese in quella che è la giornata più densa di conti in Europa e Stati Uniti in questa stagione. Il Ftse Mib avanza dell'1,2% staccando tutte le altre Borse, in ripiegamento dopo un avvio di seduta più tonico, alimentato dalla speranza di assistere a un rallentamento della stretta monetaria della Fed. Francoforte e Parigi avanzano dello 0,1%, Londra cede lo 0,1% e Madrid lo 0,8%, con i timori per la recessione e la crisi energetica che tornano a farsi sentire. Sale il petrolio (+2,1% a 99,33 dollari il Wti), dopo il calo delle scorte Usa, mentre la stretta di Gazprom sui flussi di gas mantiene alle stelle il prezzo dei future sul metano alla Borsa di Amsterdam (+0,4% a 206 euro al megawattora). Lo spread Btp-Bund è poco mosso a 236 punti, con il rendimento dei nostri titoli di Stato stabile al 3,31%, mentre l'euro si appiattisce verso la parità con il dollaro (-0,67% a 1,013) nel giorno in cui la fiducia economica dell'Eurozona è scesa ai minimi da febbraio 2021. Sul listino milanese si mettono in luce Iveco (+4,2%), Moncler (+3,6%), Stellantis (+3,5%) e Stm (+2,2%) tutte reduci da trimestrali superiori alle attese. Bene anche Pirelli (+3%), Unipol (+2,7%) e Cnh (+2,7%) mentre non sorprendono il mercato i conti di Recordati (-2,1%), Poste (-0,9%) e Terna (-0,3%). Tra le banche bene Intesa (+1,9%) e Mediobanca (+1,1%) alla vigilia dei conti mentre tira il fiato Unicredit (-0,9%) dopo il rally di ieri. Vendite anche su Saipem (-2,4%), Inwit (-1,6%) e Leonardo (-1,1%.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: