Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano giù con Ucraina, male Unicredit, si salva Eni

Soffrono finanziari, vendite su Stellantis, Buzzi, Tim, Cnh

Di Redazione

MILANO, 22 FEB - Piazza Affari viene investita dalle vendite, al pari delle altre Borse europee, spaventate dall'escalation militare in Ucraina, dopo il riconoscimento da parte di Mosca delle due repubbliche separatiste filo-russe. Il Ftse Mib arretra dell'1,55% con Unicredit (-3,5%) maglia nera davanti a Banca Generali (-3%), Buzzi Unicem (-2,8%), Bper (-2,4%) e Stellantis (-2,4%). Male tutti i finanziari, da Poste (-2%) a Intesa (-2,%), da Azimut (-2,1%) a Unipol (-1,7%). Soffrono Tim (-2%), Cnh (-1,9%) e Leonardo (-1,6%). Resistono i petroliferi Eni (+0,1%) e Saipem (+0,1%) mentre i venti di guerra infiammano il prezzo del petrolio. In luce Inwit (+1,6%) dopo le indiscrezioni di stampa sulla possibilità che il Tesoro scenda nel capitale di Rai Way (+0,6%), riaprendo il risiko delle torri.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: