Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano si scongela, ma cede il 3,6%, banche pesanti

Prosegue la corsa di Tenaris, Leonardo e Saipem, risale Tim

Di Redazione

MILANO, 07 MAR - Piazza Affari si scongela, azzerando i titoli congelati per eccesso di volatilità nel paniere principale, ma resta pesante (Ftse Mib -3,654% a 21.648 punti). Crollano i bancari a partire da Unicredit (-8,29%), la più esposta in Russia. La precedono Bper (-7,84%), Banco Bpm (-7,16%) e Intesa (-5,66%). Sotto pressione anche Stellantis (-8,7%), Iveco (-7,5%) e Pirelli (-6,93%), che in Russia conta due stabilimenti. Giù pure Stm (-4,25%) e Generali (-4,07%), mentre si conferma in forte rialzo Tenaris (+10,95%), su ipotesi di nuove commesse petrolifere per azzerare la dipendenza energetica dalla Russia. Si unisce al Gruppo rialzista anche Tim (+1,36%), prima congelata al ribasso, mentre riducono la corsa Leonardo (+1,24%), con il riarmo dell'Ucraina deciso dall'Ue e dal Governo Italiano, e Saipem (+0,2%). In lieve rialzo anche Snam (+0,29%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: