Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano tiene (+0,2%) con l'industria, rally di Iveco

Molte banche in positivo. Corsa di Tim, positiva Atlantia

Di Redazione

MILANO, 13 APR - Piazza Affari ha chiuso in lieve rialzo (+0,2%) la seduta di metà settimana, recuperando nell'ultima mezz'ora su una giornata debole e incerta, come per le altre principali Borse europee, in attesa della riunione della Bce l'indomani e con gli investitori che guardano ai balzi dell'inflazione in Europa come negli Usa. A Milano rally di Iveco (+5,9%) nel giorno della prima assemblea dopo la scissione da Cnh Industrial (+2,4%). Corsa di Tim (+3%) a 0,31 euro, con l'ipotesi di un interesse di Apax e Iliad, e ha guadagnato Atlantia (+0,7%), con in corso gli ultimi passaggi per la messa a punto dell'opa di Edizione e Blackstone. Nell'industria hanno chiuso in rialzo anche Leonardo (+1,7%), come dall'inizio del conflitto in Ucraina, e Pirelli (+1,6%). Bene tra le auto Stellantis (+0,4%). Positive molte banche, da Banco Bpm (+3,3%) che ha proseguito l'onda lunga del rialzo dall'entrata di Credit Agricole nel capitale, fino a Mediobanca (+2,3%), Unicredit (+1,4%), Bper (+0,2%), Intesa (+0,1%), mentre è rimasta in rosso Fineco (-0,3%), con lo spread Btp-Bund che ha terminato in calo a 160,8 punti e il rendimento del decennale italiano che è sceso al 2,369%. Male la paytech Nexi (-2,6%). Qualche guadagno per i titoli Mediaset, Mfe A (0,1%) e Mfe b (+0,9%), con il gruppo che ha abbassato la soglia di adesione per l'opas su Mediaset Espana. In negativo Campari (-3,1%), una serie di utility, a partire da Terna (-2,3%), Hera (-1,7%) e Enel (-0,8%), Poste (-1%), Generali (-0,4%). Tra i petroliferi bene Eni (+2,2%) e l'impiantistica di Tenaris (+0,8%), in controtendenza Saipem (-1,3%), col greggio in forte rialzo a sera (wti +2,3%) a quasi 103 dollari al barile e il brent a più di 107 dollari.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: