Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Mosca chiude in rialzo (+0,8%), rublo in calo

Valuta scambiata a 83,2 per il dollaro e a quasi 90 per l'euro

Di Redazione

MILANO, 15 APR - Chiusura in rialzo, dopo una seduta in altalena, per la Borsa di Mosca (+0,84%), con l'indice Moex a 2.424 punti, nel 51/o giorno di guerra in Ucraina, e le altre Borse europee chiuse per le festività di Pasqua. Il rialzo spezza così una sequenza di cinque giornate di ribasso, che avevano pesato nel complesso per l'8,7%. Il rublo ha perso terreno: viene infatti scambiato a sera a 83,2 per un dollaro e quasi 90 (89,9) un euro. Prima del conflitto il cambio con il biglietto verde era sotto 80 rubli e quello con l'euro era sotto 90. Tra i titoli che hanno chiuso in rialzo ci sono alcune grandi banche, come Vtb (+0,9%) e Sberbank (+1,4%), il gruppo di costruzioni Lsr (+1,1%), Yandex (+1,7%), società Ict che ha il più grande motore di ricerca in Russia, e X5 (+2,8%), il più grande rivenditore di prodotti alimentari del Paese. Male nelle costruzioni invece il gruppo Pik di Mosca e nei servizi finanziari e di pagamento Qiwi (-2,4%). Nell'estrattivo bene Polyus (+4%), il maggiore produttore di oro della Federazione, mentre ha patito Petropavlovsk (-14,8%), causa le sanzioni, che influiscono sui pagamenti dei bond e indirettamente con i minori profitti per i prezzi scontati a cui la Banca di Russia paga il metallo prezioso. Altra società mineraria sofferente è stata è la Polymetal (-1,4%), mentre è debole nel siderurgico Severstal (-0,4%). Nel settore energetico negativa Rosneft (-0,1%), positive Gazprom (+0,8%) e soprattutto Novatek (+4,%), coi dati sulle estrazioni di gas.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: