Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: prosegue il crollo delle azioni russe fuori da Mosca

Borsa chiusa, certificati Lukoil perdono il 54,7%

Di Redazione

MILANO, 01 MAR - Prosegue il crollo di molti dei titoli che fanno riferimento alle società quotate russe, mentre il Cremlino tiene chiuse le contrattazioni alla Borsa di Mosca, ritardandone così l'inevitabile collasso. Molti deI depositary receipt (certificati che rappresentano azioni) sui titoli russi mostrano un andamento che ne sta disintegrando il valore: Lukoil perde il 54,7%, Gazprom cede il 36,5%, Rosneft il 21% e Magnit il 6,2%, mentre Sberbank rimbalza e guadagna il 9%. Vendite anche sugli Etf che replicano l'andamento degli indici russi, con il Vaneck Russia che cede l'47%, iShare Msci Russia il 43,5% mentre Lyxor Msci Russia il 49,9%.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: