Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borse Europaa in flessione con rialzo gas e timori recessione

Euro-dollaro vicini parità, spread a 202 punti, petrolio in calo

Di Redazione

MILANO, 12 LUG - Il rialzo del gas e i timori di recessione mettono sotto pressione le Borse europee ma anche i future su Wall Street che si muovono in terreno negativo. L'indice d'area del Vecchio Continente cede oltre mezzo punto con le vendite che si concentrano su immobiliare e tecnologici. Euro e dollaro sono sempre più vicini alla parità. La moneta unica passa di mano a 1,0004 sul biglietto verde. Quanto alle commodity il petrolio è in flessione tanto con il wti (-2,5% a 101,5 dollari al barile) quanto con il brent (-2,2% sotto i 105 dollari al barile). Il gas sale ad Amsterdam del 2,9% a 169,2 euro al megawattora. Ad incidere il taglio delle forinuture norvegesi a causa di un guasto che si somma alla chiusura per manutenzione del gasdotto Nord Stream Tra le singole Piazze, Francoforte cede lo 0,81%, e Parigi lo 0,54%. Da segnalare il rialzo del 5% di Edf mentre si farebbe si più concreta la possibilità che il gruppo sia totalmente nazionalizzato con l'acquisto da parte dello Stato del 16% del capitale che non possiede. Per il resto Londra perde lo 0,32% e Milano con il Ftse Mib lo 0,6%. Sotto la lente i bancari con le vendite su Banco Bpm (-2,52%), Unicredit (-1,93%), Intesa (-1,94%) mentre lo spread tra Btp e Bund sale a 202 punti con il rendimento del decennale italiano al 3,18%. Prese di benificio su Tim (-2,5%). In asta Saipem che tra stop & go cede un teorico 37,9% a conclusione dell'aumento di capitale. Bene Leonaro (+1,7%) e Tenaris (+1,18%). Piatta Autogrill sul prezzo dell'Opa di Dufry di 6,3 euro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA