Notizie locali
Pubblicità

Economia

Danieli: con Abs investe 400 milioni per l'acciaio green

Nuovo forno net zero pietra miliare, energia solare per fondere

Di Redazione

MILANO, 22 APR - L'executive board di Acciaierie Bertoli Safau (Abs), controllata di Danieli, ha approvato il programma di investimenti per 400 milioni di euro che, tra l'altro, prevede un nuovo forno elettrico, il Danieli DigiMelter, completamente chiuso, automatico, guidato da intelligenza artificiale e - si legge in una nota - sostanzialmente 'net zero' dal punto di vista ambientale. Danieli DigiMelter, afferma il grupo siderurgico con sede a Udine, "è una pietra miliare nella storia siderurgica e sostituisce il forno elettrico convenzionale. L'impianto ABS di Cargnacco, Udine, sarà il primo in Europa ad utilizzare energia solare per la fusione grazie all'installazione di circa 160.000 metri quadrati di pannelli sui tetti dei capannoni". Con questo investimento Abs ha l'obiettivo di essere front runner nella produzione di acciaio green. Entro maggio 2022 è prevista inoltre l'entrata in produzione di una linea per la fabbricazione di sfere di alta qualità utilizzate per la macinazione di minerali, impianto che sarà "il più innovativo e competitivo al mondo del suo genere", afferma ancora Danieli. Il gruppo friulano ha inoltre avviato lo studio di fattibilità per l'ampliamento della produzione del sito di Sisak (Croazia) dove un nuovo impianto di laminazione sarà aggiunto all'acciaieria esistente per un investimento di ulteriori 200 milioni. Obiettivo di Abs è produrre 2,5 milioni di tonnellate all'anno di acciaio di qualità in modalità green. Dalla sua acquisizione, Danieli ha investito in Abs circa un miliardo, a cui si aggiungono i 600 milioni del nuovo programma che genereranno anche 125 posti di lavoro per tecnici Abs, più circa 250 esterni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: