Notizie locali
Pubblicità

Economia

Engineering acquista il 43,2% di Be a 3,45 euro per azione

Closing entro dicembre, comporterà un'opa sulle azioni residue

Di Redazione

ROMA, 20 GIU - Engineering ha sottoscritto "gli accordi definitivi e vincolanti" per l'acquisto di 58.287.622 azioni ordinarie pari al 43,209% del capitale sociale di Be al prezzo unitario (tenendo conto del dividendo approvato dall'assemblea in misura pari a 0,03 euro per azione) - di 3,45 euro per azione. Il closing dell'operazione, annunciata lo scorso febbraio alla firma di una lettera di intenti, è previsto entro il 31 dicembre: comporterà per Enginering l'obbligo di promuovere un'opa obbligatoria totalitaria sulle residue azioni di Be finalizzata al delisting nel caso in cui venisse a detenere una partecipazione superiore al 90%. L'accordo vede come azionisti di Be 'venditori' Tamburi Investment Partners, Stefano Achermann e la società da lui controllata Innishboffin, Carlo Achermann e la società da lui controllata Carma Consulting. "Sono lieto di accogliere nella famiglia Engineering Stefano Achermann e il team di Be, una eccellenza italiana per il mercato finance", dice il ceo di Engineering, Maximo Ibarra, commentando l'accordo per l'acquisizione del 43,2% di Be. "Questa acquisizione - dice - conferma le ambizioni di Engineering come azienda leader nei processi di trasformazione digitale per le aziende e la Pubblica Amministrazione. Grazie al supporto dei nostri azionisti, Bain Capital ed NB Renaissance, l'integrazione con Be ci permetterà di consolidare il ruolo di Engineering come digital champion e di offrire al nostro Paese e al mercato un player ancor più solido nella consulenza e nei servizi di digital transformation per le istituzioni finanziarie".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA