Notizie locali
Pubblicità

Economia

Fincantieri: +17,8% ricavi trimestre, Ebitda a +17,2%

Fincantieri: Bono, lascio Gruppo in posizioni leadership

Di Redazione

TRIESTE, 05 MAG - Ricavi pari a 1.681 milioni in aumento del 17,8% rispetto al primo trimestre 2021 e "in linea con le previsioni per lo sviluppo dell'attuale portafoglio ordini". Ebitda pari a 118 milioni (+17,2% contro 101 milioni al 31 marzo 2021), con un Ebitda margin al 7,0% (contro 7,0% al 31 marzo 2021) "nonostante il perdurare dell'aumento dei prezzi delle materie prime". Indebitamento finanziario netto, pari a 940 milioni (859 milioni al 31 dicembre 2021), coerente con i volumi di produzione sviluppati dal Gruppo nel corso del trimestre. Il carico di lavoro complessivo è pari a 34,4 miliardi. Sono alcuni risultati economico-finanziari al 31 marzo 2022 approvati oggi dal cda di Fincantieri spa. "Lascio dopo vent'anni orgoglioso di aver guidato il Gruppo fino al raggiungimento di posizioni di leadership mondiale nei principali settori in cui opera, anche grazie ad una squadra che non ha eguali al mondo - ha affermato l'ad di Fincantieri, Giuseppe Bono - i risultati di questo trimestre, in continuità con quelli del bilancio, mostrano un Gruppo in buona salute da un punto di vista patrimoniale e finanziario, con un notevole carico di lavoro che dà visibilità per i prossimi anni. Tale carico di lavoro sarà realizzato in un momento particolarmente complesso come quello che stiamo vivendo, che sconta il perdurare dell'aumento del costo delle materie prime in un quadro di crisi geopolitica preoccupante". I ricavi del trimestre "rispecchiano il positivo andamento di tutti i settori in cui opera il Gruppo", spiega Fincantieri. Il settore Shipbuilding consolida l'andamento già registrato nel 2021 e cresce del 6,0% "grazie agli elevati volumi di produzione dei cantieri italiani del Gruppo". I ricavi di Offshore e navi speciali aumentano del 98,7%; Sistemi, Componenti e Servizi del 31,4% trainato dall'area di business Infrastrutture. Il backlog al 31 marzo 2022 è pari a 24,8 miliardi (26,5 miliardi al 31 marzo 2021) con 93 navi in portafoglio e il soft backlog a circa 9,6 miliardi (7,9 miliardi al 31 marzo 2021).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: