Notizie locali
Pubblicità

Economia

Il Tar “cancella” i commissari delle CamCom e la Sac accelera sul Cda: ecco i nuovi vertici di Fontanarossa

I giudici amministrativi hanno accolto il «ricorso per motivi aggiunti» presentato dall’avvocato Agatino Cariola per contro di alcuni consiglieri camerali capitanati dal presidente Pietro Agen

Di Mario Barresi

Il Tar di Palermo “cancella” i commissari delle Camere di Commercio. E, quasi in contemporanea, l’assemblea dei soci della Sac dà il via libera alla nomina dei vertici della società che gestisce l’aeroporto di Fontanarossa.

Pubblicità

La svolta giudiziaria arriva in mattinata. La prima sezione del Tribunale amministrativo di Palermo (Salvatore Veneziano presidente; Maria Cappellano consigliere estensore; Francesco Mulieri consigliere) annulla il decreto del ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, con il 30 marzo scorso venivano ri-nominati i commissari Pucci Giuffrida e Massimo Conigliaro. I giudici amministrativi hanno accolto il «ricorso per motivi aggiunti» presentato dall’avvocato Agatino Cariola per contro di alcuni consiglieri camerali capitanati dal presidente Pietro Agen. In estrema sintesi la scelta dei giudici è legata al fatto che non si può “smembrare” la Camere del Sud-Est senza prima definire tutti gli aspetti organizzativi, economici e patrimoniali. Il che, in via teorica, lascia aperta a un terzo decreto del Mise.

 

 

In mattinata, appresa la buona nuova dal Tar di Palermo, il “socio forte” Agen accelera sulla nomina del nuovo Cda di Sac. L’assemblea  conferma l’amministratore delegato Nico Torrisi e sceglie come nuovo presidente Giovanna Candura (consigliere uscente), affiancata dalla consigliera riconfermata Maria Elena Scuderi e dalle new entry Marco Romano e Carola Parano.

«Nell’augurare buon lavoro alla nuova governance dell’aeroporto di Catania, cogliamo l’occasione per ribadire al confermato Ad Nico Torrisi e alla nuova presidente Giovanna Candura la necessità di avviare il dialogo per riscrivere nuove e più funzionali relazioni industriali, improntate sul rispetto dei rispettivi ruoli». È quanto affermano le segreterie provinciali di Cisl e Fit Cisl dopo il voto all’unanimità dell’assemblea dei soci della Sac, società di gestione dell’aeroporto di Catania. Ricordiamo al nuovo direttivo della Sac - sottolineano Maurizio Attanasio (Cisl Catania) e Mauro Torrisi (Fit Cisl Catania) - che vanno rianalizzati i nuovi contratti, in taluni casi insufficienti a garantire un dignitoso tenore di vita, modificato il Ccnl applicato ai dipendenti Sac Service e valutata l’opportunità di lasciare in vita un ammortizzatore sociale firmato appena due mesi fa. Confidiamo in una ripresa tempestiva del confronto». 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA