Notizie locali
Pubblicità

Economia

Istat, scende deficit/Pil I trimestre,sale pressione fiscale

Sale il reddito delle famiglie ma si riduce il potere d'acquisto

Di Redazione

ROMA, 05 LUG - Nel primo trimestre del 2022, l'indebitamento delle Amministrazioni pubbliche sul Pil si è marcatamente ridotto in termini tendenziali per il consistente aumento delle entrate, che ha più che compensato l'aumento delle uscite. Secondo quanto rileva l'Istat, la pressione fiscale si attesta al 38,4% del Pil, in aumento di 0,5 punti percentuali rispetto al primo trimestre del 2021. Complessivamente, nel primo trimestre del 2022, le Amministrazioni pubbliche hanno registrato un indebitamento netto pari al -9,0% del Pil, in miglioramento rispetto al -12,8% del corrispondente periodo del 2021. Per quanto riguarda il reddito disponibile delle famiglie, nel primo trimestre è aumentato del 2,6% rispetto al trimestre precedente. Tuttavia, per effetto del generalizzato aumento dei prezzi, il potere d'acquisto è cresciuto soltanto dello +0,3%. La propensione al risparmio delle famiglie è stata pari al 12,6%, in aumento di 1,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente, a fronte di una crescita della spesa per consumi finali più debole rispetto a quella del reddito disponibile (+1,4% e +2,6% rispettivamente).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA