Notizie locali
Pubblicità

Economia

L'allarme dei navigator siciliani: «A rischio 100 milioni del Pnrr destinai ai Centri per l'impiego»

Il contratto è in scadenza il prossimo 31 ottobre  e sono esclusi dal programma, malgrado la platea del Reddito di Cittadinanza costituisca in Sicilia circa il 50% dei beneficiari del Gol

Di Redazione

Il Piano attuativo regionale del Gol, programma di Politiche attive del lavoro nell’ambito del Pnrr, destina alla Sicilia 900 milioni di euro, quasi un quinto del totale nazionale. L’associazione nazionale Navigator esprime forti preoccupazioni per un piano che parte in grave ritardo, ignorando lo stato in cui versano i Centri per l’Impiego in Sicilia.

Pubblicità

«Ad oggi - dicono i rappresentanti dell’Associazione in Sicilia - è stato fatto poco o nulla perché i centri per l'impiego arrancano sotto organico, mentre circa 300 collaboratori Anpal Servizi che potrebbero dare un importante contributo (ex navigator, contratto in scadenza il prossimo 31 ottobre) sono esclusi dal programma, malgrado la platea del Reddito di Cittadinanza costituisca in Sicilia circa il 50% dei beneficiari del Gol. Una scelta inspiegabile e miope».

In particolare, gli ex navigator siciliani tornano a segnalare con preoccupazione tre gravi criticità: l’insufficiente numero di risorse umane qualificate per gestire ed attuare il programma Gol; i concorsi banditi a dicembre scorso sono in grave ritardo e, una volta conclusi, mancheranno ancora in organico 300 specialisti profilo D (laureati) a causa di errori d’impostazione del bando. I nuovi operatori saranno attivi nei centri per l’impiego solo nel 2023, con conseguenze negative sul raggiungimento degli obiettivi stabiliti dall’UE già per il 2022 e rischio di perdita delle risorse finanziarie (100 milioni di euro).

«Il Piano - spiegano i navigator siciliani - è centrato sulla figura dell’operatore «case-manager», ruolo per cui gli ex navigator hanno ricevuto specifica formazione da Anpal Servizi. Privarsi della loro esperienza pluriennale appare una scelta sbagliata ed economicamente dannosa, con uffici sottodimensionati rispetto ai compiti assegnati. Gol insiste sulla cooperazione tra i CPI pubblici e le Agenzie private e sul raccordo col mondo dell’istruzione, della formazione e delle imprese, attività che gli ex navigatoror svolgono già da tre anni».

Migliaia di nuovi percettori di Naspi, Dis-Coll, Reddito di Cittadinanza e cassintegrati affluiranno in Centri per l'Impiego già vicini al collasso: il rischio concreto è quello di mandare in fumo 900 milioni di euro previsti dal Pnrr, "bucando» gli obiettivi del Gol, a cui si aggiungono le risorse per la Sicilia del Fondo Sociale Europeo (FSE+): circa 1,5 miliardi di euro per il periodo 2021-2027. l’Associazione «Anna" chiede all’assessore Scavone di formalizzare nell’immediato al ministro Orlando la richiesta di proroga del contratto degli ex navigator almeno sino al prossimo 31 dicembre, scadenza naturale della convenzione in atto con Anpal Servizi.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: