Notizie locali
Pubblicità

Economia

Lavoro: 505mila assunzioni a luglio ma cresce carenza

Unioncamere, difficoltà reperimento sale al 40%

Di Redazione

ROMA, 12 LUG - Sono oltre 505mila leassunzioni che le imprese hanno programmato a luglio mentre nel trimestre la stima è di 1,3 milioni di entrate. Lo si legge nel Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal secondo il quale a luglio l'andamento è negativo sia rispetto a giugno (-9,7%) che rispetto a luglio 2021 (-5,4%) mentre nel trimestre si registra una sostanziale stabilità. E' ancora in aumento la difficoltà di reperimento che riguarda il 40,3% delle assunzioni previste, circa 10 punti in più rispetto a luglio 2021. Al top delle figure per le quali si trova difficoltà di reperimento ci sono il saldatore e il fonditore. L'industria programma a luglio circa 130mila entrate (-1.390 assunzioni rispetto giugno, -7mila circa rispetto a luglio 2021) e 349mila nel trimestre luglio-settembre (+12,5mila rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente), Nel settore dei servizi sono circa 375mila i contratti di lavoro che le imprese prevedono di attivare (in flessione di 52mila unità rispetto ad un mese fa) e poco meno di 930mila quelli previsti per il trimestre luglio settembre (-14mila rispetto allo stesso trimestre 2021). Per quanto riguarda i contratti offerti quelli a tempo determinato sono il 58% delle entrate previste, seguiti dai contratti a tempo indeterminato (16%), quelli di somministrazione (10%) e di apprendistato (5%). Le altre tipologie contrattuali riguarderanno il restante 11% delle entrate programmate. .

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: