Notizie locali
Pubblicità

Economia

MpS dovrà restituire 68 milioni di euro alla Regione: erano somme "trattenute" ai tempi della Serit

La Banca aveva ritenuto, nel 2017, di trattenere la somma versata dei contribuenti siciliani nei conti di Riscossione Sicilia 
 

Di Redazione

La quinta Sezione civile del Tribunale Palermo, al termine di un procedimento che vede la Regione siciliana e la Banca Monte Dei Paschi di Siena Spa contrapposti, ha emesso sentenza sulla vicenda risalente alla gestione Montepaschi Serit nella fase del passaggio di consegne tra quest’ultima, partecipata dalla Banca Monte dei Paschi di Siena Spa, e Riscossione Sicilia Spa.

Pubblicità

La Banca ha ritenuto, nel 2017, di trattenere 68,5 milioni di euro di versamenti dei contribuenti siciliani nei conti di Riscossione Sicilia. 
Trattandosi del gettito tributario oggetto delle attività di riscossione svolte per la Regione siciliana dall’allora concessionario, depositato sul conto corrente intrattenuto da quest’ultima presso la banca Monte dei Paschi di Siena e mai riversato all’ente impositore, l’assessorato dell’Economa della Regione siciliana nel 2018 ha emesso ingiunzione di immediato pagamento alla Banca, che l’ha impugnata di fronte al Tribunale di Palermo.

Il Tribunale, rigettando l’opposizione proposta dalla Monte Dei Paschi Di Siena, ha condannato l’istituto bancario alla restituzione integrale dell’ammontare, al tempo giacente su un conto corrente bancario MpS, e al pagamento, in favore dell’Amministrazione regionale siciliana, delle spese di lite e generali, come per legge. 

Adesso si procederà all’immediato recupero delle somme illegittimamente trattenute. Per l’assessore all’Economia, Gaetano Armao, si tratta di "un ottimo risultato giudiziario del Governo Musumeci che ha agito con determinazione nell’interesse dell’erario dei siciliani. Un ringraziamento specifico va rivolto all’Avvocatura distrettuale dello Stato per la difesa dispiegata". 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA