Notizie locali
Pubblicità

Economia

Nato per fronteggiare crisi

Fare delle cose molto precise per i problemi che ci sono

Di Redazione

ANSA Lavoro - CATANIA, 20 LUG - "Il mestiere del sindacato non è fare cadere governi o sostituire governi, ma contrattare con loro per portare a casa risultati per le persone che rappresentiamo o che si facciano le riforme che noi riteniamo giuste per il Paese. Oggi è il momento di dare risposte ai problemi delle persone e non di fare cadere il governo. E' il momento che il governo e il Parlamento decidano di fare delle cose molto precise per i problemi che ci sono". Lo ha detto Maurizio Landini alla presentazione, a Catania, del 'progetto per la Sicilia' della Cgil regionale. "Non è ancora chiaro cosa decidono le forze politiche di votare e credo che Draghi, in modo netto, abbia riproposto il tema: per andare avanti vuole vedere se è confermato il patto con cui è nato. Se è nato questo governo è perché c'era una crisi e c'era la pandemia, il Pnrr da presentare in Europa in qualche mese. Se non ci fosse stata questa situazione saremmo già andati a votare. La proposta votata dai partiti nasceva da uno stato di necessità". "Allora la Cgil - ha aggiunto Landini - ha detto che era giusto quello che aveva fatto il presidente della Repubblica. Io non ho cambiato idea su questo. E considero importante che oggi si misuri e siano risposte ai problemi della gente".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA