Notizie locali
Pubblicità

Economia

Prezzi guerra: gas in altalena, petrolio in calo

In flessione le quotazioni dei metalli, sale il grano

Di Redazione

MILANO, 08 LUG - Giornata all'insegna del nervosismo sul fronte delle materie prime. Il prezzo del gas, dopo un avvio in netto calo, riprende a galoppare mentre il petrolio prosegue in calo. Ad Amsterdam le quotazioni del gas si attestano a 182 euro al megawattora, con un calo dello 0,1% rispetto alla vigilia e dopo un avvio di giornata a 175 euro al Mwh. A Londra si attesta a 296 penny al Mmbtu. Prosegue la flessione del petrolio con il Wti che scende a 102 dollari al barile (-0,7%) e il Brent a 104 dollari (-0,4%). Tra i metalli sono in calo l'oro a 1.736 dollari l'oncia (-0,21%) e l'argento a 19,12 dollari (-0,5%). In flessione anche il rame che scende del 2,1% a 3,49 dollari per il contratto future da 25 mila libbre. Sul fronte delle materie prime alimentari corrono le quotazioni del grano tenero (+2,5% a 858 dollari ogni 5mila staia) e di quello duro (+1,7% a 905 dollari).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA