Notizie locali
Pubblicità

Economia

Regione, niente esercizio provvisorio: uniche spese possibili stipendi e "bollette"

Rinviato l'esame del ddl. Il Pd: «Governo incapace»

Di Redazione

La seduta dell’Ars di oggi durante la quale si sarebbe dovuto dare il via libera all’esercizio provvisorio, è stata rinviata. Il ddl è stato infatti assegnato solo oggi alla commissione Bilancio ed alle commissioni di merito, che hanno tempo fino al 10 gennaio per esaminarlo in modo da poterlo far arrivare in aula a partire dal 12 gennaio. In attesa dell’esercizio provvisorio, la Regione Siciliana entra dunque in «gestione provvisoria»: in questa fase sono possibili soltanto le spese necessarie ed obbligatorie.

Pubblicità

«Per il quinto anno consecutivo la Sicilia si ritrova a fine anno senza bilancio né legge finanziaria, e questo governo regionale, che Musumeci si ostina a definire unito, fino ad oggi non è stato neppure in grado di fare esaminare in tempo utile l’esercizio provvisorio al parlamento. Si ricorre dunque alla gestione provvisoria. Adesso immaginiamo le solite giustificazioni & ritardi dipendono dall’accordo con lo Stato, aspettiamo le decisioni di Roma, ma la verità è una: la Sicilia è guidata da un governo regionale che brilla per incapacità» ha detto Giuseppe Lupo, capogruppo Pd all’Ars.
 


 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA