Notizie locali
Pubblicità

Economia

Rigenerazione urbana, giro affari da 1 mld e meno emissioni

Studio di Ambrosetti su modello Chorus Life di Bergamo

Di Redazione

TORINO, 19 LUG - Può attivare un giro d'affari di quasi un miliardo un progetto di rigenerazione urbana su un'area cittadina abbandonata e riportata alla vita. Lo dimostra il caso di Chorus Life realizzato a Bergamo da Costim e oggetto di uno studio di The European House - Ambrosetti, che ne ha valutato l'impatto positivo in termini economici, sociali e ambientali. Un impatto che "in previsione arriverà ad attivare per il triennio 2020-2023 un giro d'affari di 991 milioni di euro e una riduzione nelle emissioni di anidride carbonica pari a 1.624 tonnellate annue. Il moltiplicatore sugli investimenti iniziali è dunque del 2,5, e, per ogni euro investito, ne verranno generati 1,5 addizionali" spiega l'ad di Ambrosetti Valerio De Molli. La novità di un modello di rigenerazione come Chorus Life è la sua replicabilità, come sostiene Jacopo Palermo, amministratore delegato di Costim, gruppo che opera lungo tutta la filiera del real estate per la realizzazione di progetti di rigenerazione e smart building: "Le caratteristiche che consentono la replicabilità sono riconducibili sostanzialmente alla capacità di generare ed attirare flussi di utenza e l'inquadramento urbanistico dell'area". "A oggi sono numerosi i comuni che sono interessati allo sviluppo di progetti di rigenerazione urbana, per ricucire i tanti frammenti del tessuto urbano interessati da aree dismesse. Fra questi sono in stato di avanzamento le attività a Pietra Ligure, dove è in progettazione uno spazio fronte mare che ospiterà un hotel, residenze, una promenade e un porto turistico su un'area di circa 50 mila metri quadrati, negli ex cantieri Rodriquez" spiega Palermo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA