Notizie locali
Pubblicità

Economia

Ruffini, evasori in carcere? Sono 19 milioni, non conviene

Bene la precompilata, dal 2023 anche per Iva

Di Redazione

TORINO, 02 GIU - "La pena detentiva per chi non paga le tasse non mi ha mai convinto. Preferisco mettere in carcere l'evasore così poi fallisce l'attività o farlo lavorare finché non ripaga la collettività? Sono 19 milioni le persone che non pagano le tasse. Li abbiamo individuati, ma a chi conviene metterli tutti in cella?". Lo ha detto Ernesto Maria Ruffini, direttore dell'Agenzia delle Entrate, che ha presentato al Festival dell'Economia di Torino il suo libro 'Uguali per Costituzione. Storia di un'utopia incompiuta dal 1948 a oggi", a cura di Feltrinelli. "Il mio sistema ideale è quello in cui i cittadini sanno che chi non paga viene intercettato e l'azione viene punita facendoli pagare. Chi è poi così autolesionista da evadere?" ha affermato Ruffini. Sulla precompilata Ruffini ha aggiunto: "Non ho i dati aggiornati, ma va bene. Ogni anno abbiamo sorprese di come i cittadini acquisiscano familiarità con questo strumento". Prossime tappe? "Stiamo già precompilando i registri dei soggetti commerciali, l'anno prossimo partirà la precompilata Iva. Ogni anno, ogni mese siamo alle prese con i nuovi sistemi. Vediamo anche il quali strumenti il legislatore ci permette di utilizzare", ha spiegato.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA