Notizie Locali


SEZIONI
°

agenzia

Notai, ‘il silver co-housing migliora la qualità della vita’

Da professionisti 'sprint' a coabitazione collaborativa anziani

Di Redazione |

ROMA, 27 OTT – Il ‘silver co-housing’ è un fenomeno di coabitazione collaborativa tra anziani rivolto a persone autosufficienti, che stimola la socialità, il mutuo aiuto, la riduzione della complessità della vita che viene meglio organizzata, sotto il profilo della riduzione dei costi di gestione delle attività quotidiane anche in relazione all’utilizzo degli immobili. Se ne è discusso oggi al congresso nazionale del Notariato, evidenziando che “un incentivo a potenziare questo strumento è arrivato dal ddl anziani, la legge del marzo del 2023 che ha delegato il Governo ad adottare misure, anche di tipo abitativo, a sostegno delle persone anziane”. Secondo il Consiglio nazionale del Notariato i vantaggi principali derivanti da questo nuovo sistema sarebbero “l’azzeramento del consumo del suolo, oltre a essere una leva per la rigenerazione urbana e il rilancio dell'”industria edilizia di qualità”, nonché “il miglioramento della qualità della vita degli anziani perché si ottiene un risparmio fino al 30% dei costi di vita, si ha una maggiore sicurezza personale, migliore assistenza alla persona anziana e socialità diffusa”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: