Notizie locali
Pubblicità

Editoriali

La Sicilia festeggia 77 anni. "Essere giornale oltre le pagine"

Voce del territorio e già pronti alle nuove sfide

Di Antonello Piraneo

Essere un giornale oggi, non fare il giornale. La sfida da cogliere, adesso che la tecnologia ha travolto percorsi informativi consolidati ma inevitabilmente obsoleti, è proprio questa. E la risposta, a ben pensarci, è negli archivi di questa testata che oggi compie 77 anni. Un giornale, questo giornale, non è soltanto un insieme di pagine e quindi di notizie, articoli. Deve essere sempre mosso da un obiettivo, pure alto essere voce del territorio, essere  elemento centrale nella vita e nello sviluppo di una comunità: una scuola, un quartiere, un paese, una città,  una regione. “La Sicilia” a questo ruolo ambizioso, a questo compito gravoso e al tempo gratificante non ha mai inteso abdicare, nella convinzione che la mediazione giornalistica abbia in sé la capacità di essere d’aiuto al territorio, di fare da stimolo a chi amministra, di accendere i giusti riflettori su angoli bui della quotidianità, di fare da megafono alle legittime istanze che provengono da un singolo cittadino come da un movimento. 

Pubblicità


Non a caso, dunque, le pagine che seguono affondano nella nostra storia che spesso coincide con la storia non soltanto siciliana. Guardiamo avanti sulla scorta di esempi indiscussi di professionalità, di capacità di analisi, di “mestiere”: Alfio Russo e Candido Cannavò, Luigi Prestinenza e Tony Zermo, Nino Milazzo. 


Oggi serve fare  altro: il giornale deve fisicamente essere più presente sul territorio col proprio brand e le proprie proposte, entrare nelle scuole, riavvolgere il nastro degli eventi raccontandoli “dal vivo”, organizzare convegni per mettere allo stesso tavolo enti e figure che magari non riescono a incontrarsi, essere “sentinella” sulla legalità. Ancora: spostare sul sito le notizie comuni a tutti, privilegiando gli approfondimenti per il giornale cartaceo e digitale. Non sarà  facile, sicuramente sarà bellissimo farlo e riuscirci con l’aiuto dei lettori. I nostri veri e unici “padroni”. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA