Notizie locali
Pubblicità

Europa

Sicilia, Campania e Calabria tra peggiori 10 in Ue per disoccupazione

Di Redazione

BRUXELLES - L'anno scorso circa : uno dei dati peggiori in Ue. È quanto mostrano le statistiche Eurostat sul mercato del lavoro nel 2021, pubblicate oggi.I tassi di disoccupazione per le persone di età compresa tra i 15 e i 29 anni nelle tre regioni italiane erano tra i 10 più alti dell'Unione (rispettivamente 40%, 38% e 37%) ma in leggero calo dal 2020. In fondo alla classifica la regione spagnola di Ceuta (56%), le regioni greche della Macedonia orientale, Tracia (45%) e Macedonia occidentale (42%) e ancora la spagnola Melilla ( 42%). Anche per quanto riguarda la media europea, che per i giovani nel 2021 toccava il 13%, . All'estremo opposto della classifica, i tassi più bassi sono stati registrati nella regione ceca Sud-ovest, nella regione polacca della Wielkopolskie e nella regione ceca della Moravia centrale (tutte al 4%). Le italiane migliori erano la Provincia autonoma di Bolzano (7%), il Veneto e la Provincia autonoma di Trento (entrambe al 12%).Ma Campania e Sicilia sono anche agli ultimi posti in Ue per occupazione degli adulti in generale, con . Il tasso di disoccupazione per le persone di età compresa tra i 15 e i 74 anni era il 19% nelle due regioni italiane, in aumento rispetto al 2020 quando era il 18%. La media Ue è il 7%. Peggiori di Campania e Sicilia soltanto le regioni spagnole di Ceuta (27%), isole Canarie (23%) e Andalusia (22%), la Macedonia occidentale in Grecia (20%) e altre due spagnole Melilla (20%) ed Estremadura (19%). All'opposto, le italiane con i tassi di disoccupazione più bassi erano la Provincia autonoma di Bolzano (4%), il Veneto e la Provincia autonoma di Trento (entrambe al 5%). A livello europeo, in cima alla classifica c'erano la regione polacca di Varsavia-Capitale e la regione ungherese del Transdanubio centrale (entrambe del 2%).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: