Notizie locali
Pubblicità

Europa

Von der Leyen lancia il piano per i chip, 'Ue diventerà leader'

Di Redazione

BRUXELLES - "Con lo European Chips Act vogliamo fare dell'Ue un leader industriale in questo mercato strategico, ". Lo ha detto, presentando il .Il Chips Act "sosterrà l'ambizione" dell'Ue di diventare leader nel settore "con investimenti considerevoli: 15 miliardi di euro in ulteriori investimenti privati e pubblici entro il 2030, che si aggiungono ai 30 miliardi di euro che abbiamo già pianificato", finanziati "dal Next Generation Eu, dal programma Horizon e dai bilanci nazionali"."Questi fondi saranno accompagnati da ulteriori investimenti privati a lungo termine", ha aggiunto Von der Leyen."L'Europa è il continente in cui sono iniziate tutte le rivoluzioni industriali. E può essere la patria della prossima rivoluzione industriale", ha sottolineato von der Leyen, indicando che il Chips Act europeo "si concentrerà su cinque aree".In primo luogo, "la ricerca, un campo in cui l'Europa eccelle già": "ci concentreremo ulteriormente su transistor piccoli ed efficienti dal punto di vista energetico e su tecnologie dirompenti per l'intelligenza artificiale", ha spiegato. Il secondo e il terzo obiettivo riguardano invece l'innovazione industriale e la creazione di "impianti di produzione avanzati, che comportano enormi costi iniziali"."Pertanto - ha evidenziato la presidente dell'esecutivo Ue -, stiamo adattando le nostre norme sugli aiuti di Stato, a condizioni rigorose. Ciò consentirà, per la prima volta, il sostegno pubblico agli impianti di produzione europei 'primi nel loro genere' a beneficio di tutta l'Europa". Bruxelles prevede poi un sostegno anche alle aziende più piccole e innovative, "per trovare dipendenti con le giuste competenze, partner industriali e finanziamenti azionari", ha evidenziato la leader.L'ultima priorità riguarda la sicurezza delle catene di di approvvigionamento. "Dovrebbe essere chiaro che nessun Paese - e nemmeno Continente - può essere del tutto autosufficiente. L'Europa lavorerà sempre per mantenere i mercati globali aperti e connessi. Nell'interesse del mondo nostro", ha osservato von der Leyen, avvertendo tuttavia circa la necessità di "affrontare le strozzature che rallentano la crescita" europea.L'Europa, ha aggiunto ancora la presidente, intende costruire "partnership sui chip, con Paesi che la pensano allo stesso modo, come gli Stati Uniti o il Giappone, ma la chiave del nostro successo risiede negli innovatori europei, nei nostri ricercatori di livello mondiale, nelle persone che hanno fatto prosperare il nostro continente nel corso dei decenni".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: