Notizie Locali


SEZIONI
°

Gallery

Catania, l’accusa del Corpo Forestale: «Troppa incuria e nessuna prevenzione contro gli incendi»

Di Redazione |

Il Corpo forestale ha lanciato l’allarme sulla casa stile liberty a ridosso del campo rom che è ormai in stato di assoluto degrado. “Nel week end appena trascorso – si legge in una nota – il Corpo Forestale in campo per impedire che nelle aree protette come l’ Oasi del Simeto e boschetto della Playa potessero essere prese d’assalto con violazione del dpcm e altre, ha constatato invece la solita incuria territoriale che ne costituisce minaccia. Lungo la foce del Simeto pochi erano i presenti e disciplinati ma molta la plastica abbandonata e pronta a finire in mare. Sentieri occlusi dalla vegetazione invasiva così come nelle strade principali. Una vera minaccia per l’ambiente e le persone, troppo carburante per il fuoco”.

“L’amarezza del Comando della Forestale di Catania è forte – si legge ancora – nel ritornare al boschetto della Playa e vedere che poco si è fatto, dopo vari sopralluoghi. Pensare che quel giorno dell’incendio abbiamo rischiato la vita per evitare il peggio e constatare che ancora oggi cumuli di spazzature e altro rimane lì a potenziarne la minaccia. Tante furono salvate grazie gli interventi dei velivoli diretti dal Corpo Forestale di Catania che impedirono al fuoco veicolato dal forte vento di proseguire limitando danni maggiori. Ieri l’amarezza di vedere la casa stile liberty a ridosso il campo dei rom, salvata dalle fiamme, che ha il tetto che sta venendo giù: colpisce molto chi operò per salvarla. Alberi bruciati e pericolanti e combustibile facile oltre minaccia per l’incolumità pubblica. La Forestale lancia l’allarme. Il rispetto per chi ha rischiato anche la vita è proseguirne l’opera eliminamdo i potenziali inneschi”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA