Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania: rimossa la rotatoria in corso delle Province e Bianco s'indigna

Di Redazione
Pubblicità

CATANIA - Questa mattina operai del Comune di Catania hanno rimosso, a cinque dalla sua realizzazione sotto l'amministrazione Bianco, la rotatoria tra corso delle Province e via Gabriele D'Annunzio. La piccola rotonda fu realizzata nel 2014 tra le proteste dei commercianti della zona che temevano la paralisi del traffico e il conseguente calo di clientela, tanto che riuscirono a far desistere l'allora sindaco Enzo Bianco almeno per il periodo natalizio di quell'anno. La rotonda valse tra l'altro a Bianco l'ennesima scritta "bella minchiata" su una delle opere realizzate dall'ex sindaco. Ma non bastò a scongiurare l'intervento. Subito dopo le feste, la minirotatoria fu ripristinata e da allora regola il traffico della zona. 

E stavolta proprio prima delle feste è stata rimossa dall'amministrazione Pogliese che questa mattina ha mandato diverse squadre di operai ad eseguire i lavori. 

Immediata la reazione dell'ex sindaco Bianco che sui social network ha detto: «Stento a crederci». In un post pubblicato questa mattina sul suo profilo Facebook, Bianco scrive: «La rotatoria di via D’Annunzio, via V. E. Orlando e corso delle Province aveva eliminato file interminabili sulle tre strade. Dopo le prime settimane di “ambientamento” tutto filava liscio. Qualche problema solo quando, oltre la seconda fila, qualcuno parcheggiava in terza! Incomprensibile! Le rotatorie ci sono in tutta Europa. Qui la Giunta Pogliese preferisce gli incroci e i semafori. Vedrete nelle prossime settimane! Profezia troppo facile... Con tanti lavori utili che si dovrebbero fare!».

Non è così per l'amministrazione Pogliese, secondo la quale - ha detto l'assessore alla mobilità Pippo Arcidiacono - «è una decisione presa dopo una lunga concertazione coi cittadini, sia residenti che commercianti, che in tante occasioni hanno sollecitato il ripristino del precedente sistema di viabilità». «Non sorprende più di tanto - secondo Arcidiacono - che il consigliere Bianco abbia espresso la propria contrarietà, un’ulteriore conferma del suo distacco e della sua lontananza dalle concrete esigenze dei catanesi”.

I lavori si concluderanno domani con la sistemazione del tappetino d’asfalto e il ripristino della viabilità precedente alla installazione delle aiuole spartitraffico.

«Ritornano così i sensi unici nel trafficatissimo tratto - sottolinea una nota del Comune - eliminando i tortuosi giri a cui erano costretti gli automobilisti per percorrere poche decine di metri».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità