Notizie locali

Catania

San Gregorio, i fuochi d'artificio al bar erano come una bomba: arrestato il titolare

Di Redazione
Pubblicità

Nella retrobottega di un bar della frazione Cerza a San Gregorio di Catania i poliziotti della sezione Pasi hanno nascosto un ingente quantitativo di materiale esplodente di quinta categoria, costituito da batterie pirotecniche le cosidette cassette cinesi da 100 colpi ciascuna e alcuni candelotti, per un totale di 170 kg., con un principio attivo di 40 kg. Il materiale esplodente, era posto al piano terra di un piccolo stabile che però sopra ha un appartamento abitato oltre a due slot machine installate senza alcuna autorizzazione e non collegate alla rete dei Monopoli di Stato, e anche alcune bombole di gas che, in caso di eventi critici come un incendio o l’innesco del materiale esplodente, avrebbero potuto causare una potentissima esplosione tale da demolire l’intero edificio. Per porre in sicurezza tutto il materiale esplodente trovato all’interno dell’esercizio pubblico, è intervenuto il personale del Nucleo Artificieri della Questura di Catania; successivamente, tutto il materiale è stato rimosso e affidato per la custodia a una ditta autorizzata di questa provincia. Il titolare del bar, B.D.C. di anni 31, in considerazione della quantità e qualità del materiale esplodente con elevata potenzialità, idoneo a provocare un’esplosione con rilevante effetto distruttivo, è stato arrestato per detenzione di detenzione illegale di esplosivi e rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza. Ora il bar sarà chiuso per un lungo periodo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: