Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Giarre, il Torrente Macchia è una “bomba ecologica”

Di Redazione
Pubblicità

Una pericolosa bomba ecologica nell’alveo del torrente Macchia a Giarre. In una segnalazione il corpo Forestale di Giarre nell’ambito di controlli per il censimento delle aree nelle quali si verifica il fenomeno dell’abbandono rifiuti e di materiale inquinante, oggetto di roghi o di potenziale innesco, ha informato la Prefettura di Catania dei potenziali pericoli all’ecosistema.

I rifiuti ingombranti, compresi profilati in ferro, pneumatici, di rifiuti di imballaggio, prodotti derivanti dallo smantellamento di veicoli dati alle fiamme, sono state localizzate lungo il greto del torrente Macchia. Scoperti cumuli di scarti provenienti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, rifiuti urbani inclusi. Nella segnalazione del Corpo Forestale si ribadisce la necessità di un intervento di bonifica urgente nell’alveo del torrente Macchia, sollecitando gli enti preposti, Comune di Giarre, Città Metropolitana, Demanio idrico fluviale della Regione, ognuno con le proprie competenze, “a compiere gli accertamenti demandati istituzionalmente, ai sensi delle leggi ambientali nonché delle leggi sanitarie, per verificare lo stato di tali siti, eseguendo adeguate indagini e per gli opportuni interventi di bonifica.

I rifiuti, abbandonati all’interno del torrente – si legge nella segnalazione – in caso di eccezionali eventi alluvionali, potrebbero essere trasportati fino a mare con conseguente possibilità di inquinamento delle acque e dei fondali, ovvero formare pericolose ostruzioni con possibili deviazioni del normale flusso idrico e costituire potenziale pericolo per la pubblica incolumità, in considerazione del fatto che il corso d’acqua incrocia anche in due sottopassaggi stradali”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità
Di più su questi argomenti: