home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Centuripe, scoperta piantagione di cannabis, arrestati due catanesi

Il blitz dei carabinieri di Nicosia. Sequestrate 250 piante che, se immesse nel mercato, avrebbero fruttato 75 mila euro

I Carabinieri di Nicosia e dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia” hanno sequestrato una piantagione con 250 piante di cannabis ed arrestato due catanesi accusati di essere i coltivatori. In manette sono finiti Giuseppe Privitera, di 35 anni e Antonino Flora di 29 anni. I due gestivano un terreno in contrada Iazzo Vecchio del Comune di Centuripe. Le piante erano di un’altezza compresa tra 1 e 2 metri ed in avanzato stato di maturazione. L'operazione è scaturita da una prolungata attività di osservazione e di controllo sul territorio dei Carabinieri della Compagnia di Centuripe e dello quadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia” .

I militari nel corso di un rastrellamento hanno infatti individuato la coltivazione posta all’interno di un terreno demaniale apparentemente abbandonato.

Subito dopo il rinvenimento della piantagione, sono iniziati i servizi di osservazione dei Carabinieri durati un paio di settimane, fino quando nel corso della nottata, i militari, hanno visto giungere i due uomini a bordo di un’auto che si sono poi adoperati per la cura delle piante. I due, bloccati dai Carabinieri, non hanno opposto resistenza e sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di Enna. La piantagione è stata posta sotto sequestro.

Le piante se messe in commercio avrebbero fruttato almeno 75 mila euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa