Notizie locali

Cronaca

Catania, l'"Area 51" ci ricasca: aperto nonostante i divieti e ora la Questura ha chiesto la revoca della licenza

Di Redazione
Pubblicità

I titolari del pub Area 51 ci sono ricascati. Il questore di Catania ha infatti emesso un nuovo provvedimento di sospensione dell’attività, per quindici giorni, dell’esercizio di via Coppola. Lo scorso 9 febbraio, alle 22 circa, da un accertamento svolto dai carabinieri di Catania Piazza Dante, coadiuvati dalla Polizia Municipale, l’esercizio risultava infatti in attività, con musica accesa ad alto volume, luci stroboscopiche e faretti colorati accesi nonostante le restrizioni. Il titolare dell’attività e i tre avventori trovati all’interno dell’esercizio sono stati multati per il mancato rispetto delle misure anti covid. L’attività è stata sospesa, in via cautelare, per cinque giorni. Si tratta del quarto provvedimento di sospensione emesso nei confronti del pub, la cui attività era già stata sospesa anche nel settembre del 2019 per quindici, e poi nel maggio scorso per altri 15 giorni, e nel settembre scorso trenta giorni. I provvedimenti sono stati adottati anche a seguito di liti e risse – in un caso con un ferito grave - all’interno dell’esercizio e degenerati nelle strade vicine, ma anche per musica ad alto volume, e diverse violazioni della normativa sulla somministrazione di bevande alcooliche fuori dall’orario consentito dalla legge, per feste senza autorizzazione e per le ripetute e continue violazioni delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica in corso. Il titolare dell’esercizio, in particolare, ha anche violato l’obbligo di chiusura dell’attività proseguendo l’apertura e consentendo la presenza di clienti grazie ad un ingresso secondario. La Questura ha inoltrato al Comune di Catania una nota per la revoca dell’autorizzazione viste le reiterate condotte illecite.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità